Ginecologia e ostetricia , visita ginecologica: ambulatorio di Pordenone

Ambulatorio di Ginecologia, Pordenone

Prevenzione, diagnosi e cura delle patologie dell’apparato femminile, ma anche accompagnamento clinico nei passaggi più delicati per la vita della donna: adolescenza, gravidanza, menopausa.

Nell’ambulatorio si effettuano:

  • Riabilitazione perineale
  • Visite con supporto ecografico
  • Prelievi per pap-test
  • HPV-TEST (Thin-prep)
  • Tamponi vaginali e cervicali
  • Colposcopie e biopsie del collo dell'utero
  • Applicazione e rimozione IUD
  • Consulenze su adolescenza, contraccezione, gravidanza e menopausa
  • Prevenzione Donna: consente alle donne dopo i 40 anni di effettuare in un unico appuntamento visita ginecologica con supporto ecografico, pap test, mammografia, ecografia mammaria
  • Piccoli Interventi: asportazione polipi cervicali

Focus: Gravidanza con l’ostetrica - percorso personalizzato per la gestazione ed il puerperio

Ostetrica Giorgia Nadin

La gravidanza ed il parto sono eventi fisiologici nella vita della donna, da vivere con attenzione verso sé stesse, il nascituro ed il partner, anche grazie ai grandi progressi clinici e tecnologici di questi ultimi anni e soprattutto ad una crescente consapevolezza sul ruolo della donna, vera e indiscussa protagonista.

Salvo situazioni a rischio (che solo il Medico può identificare), la figura sanitaria cui compete l’assistenza della gestante e della puerpera è l’ostetrica che, in ottemperanza alle Linee Guida nazionali ed internazionali, si prende cura della salute della donna in questi delicati momenti, secondo un approccio olistico orientato alla persona nella sua complessità e completezza psico-fisica.

Leggi l'approfondimento »

Il centro medico Esperia propone alle proprie pazienti un percorso personalizzato, affidato alle cure dell’ostetrica, per:

  • Controllare l’andamento della gravidanza (peso, parametri vitali, esito delle indagini di routine, misurazione sinfisi-fondo e BCF)
  • Valutare l’adattamento psico-fisico della donna, condividere con i futuri genitori il luogo del parto, pianificarne le attività, risolvere insieme i piccoli problemi che si possono incontrare nei nove mesi che precedono l’importante evento

Si è scelto il modello anglosassone della "midwifery", assicurando così:

  • Continuità assistenziale: la signora si interfaccia sempre con la stessa professionista, che quindi conosce bene la situazione specifica di quella gravidanza
  • Scelta informata e consapevolezza della donna nell’assunzione delle decisioni che la riguardano
  • Assistenza individuale personalizzata

In che cosa consiste il primo incontro? Quali attività vengono effettuate?

Accoglienza, colloquio di conoscenza e orientamento, presa in carico e apertura della cartella (raccolta anamnesi familiare e ostetrico-ginecologica, visita ostetrica, valutazione benessere materno-fetale), educazione igienico-sanitaria (alimentazione, integratori, stile di vita corretto, lavoro, sport, sessualità), programmazione del percorso assistenziale tramite pianificazione delle tre ecografie, calendario dei controlli e degli esami ematochimici da effettuare.

Negli incontri successivi:

Visita ostetrica (rilevazione della pressione arteriosa e frequenza cardiaca materna, peso, rilevazione del battito cardiaco fetale, misurazione sinfisi-fondo e manovre esterne indolori - manovre di Leopold - per valutare l’accrescimento e la posizione fetale in utero, valutazione dei movimenti attivi fetali), valutazione benessere generale, programmazione visite successive ed esami ematochimici da effettuare.

L’assistenza nel puerperio:

  • Rilevazione PA, FC, controllo perdite ematiche e involuzione uterina, cura e igiene personale, alimentazione e idratazione
  • Valutazione funzionalità del perineo, trattamento di lacerazioni/episiotomia
  • Contraccezione e sessualità
  • Valutazione allattamento al seno, attacco del neonato ( correzione posizione e attacco, cura di ragadi, ingorghi)
  • Valutazione benessere del neonato tramite controllo del peso, lunghezza, poppate, attacco al seno, cura del cordone, ritmo sonno-veglia, adattamento.
  • Valutazione benessere della famiglia

Focus: La riabilitazione perineale

Ostetrica Giorgia Nadin

Sono passati i tempi in cui le donne di fronte a problematiche come l’incontinenza urinaria o il prolasso dell’utero dovevano scegliere tra la rassegnazione e l’intervento chirurgico. La medicina ha fatto grandi passi avanti, proponendo sempre più spesso trattamenti di riabilitazione del pavimento pelvico, riconoscendo l’importanza e la centralità di questa parte per migliorare la qualità di vita della donna.

Per i disturbi pelvi-perineali, oggi esistono diversi approcci leggeri ma molto efficaci “di mantenimento”, in grado di evitare interventi invasivi, o, in caso di effettiva necessità, di integrali. La Riabilitazione del pavimento pelvico ha come fine, oltre al fondamentale obiettivo della prevenzione, anche quello di curare e/o migliorare patologie pelvi-perineali seguendo un approccio terapeutico completo e personalizzato.

Leggi l'approfondimento »

Quando?

Incontinenza urinaria

L’incontinenza urinaria, anche leggera, peggiora seriamente la qualità della vita di molte donne ed è riconducibile a diverse situazioni (post-parto, menopausa, pratica di attività sportiva, situazioni post-operatorie, ecc.) ma con la riabilitazione si può migliorare e guarire.

Gravidanza

Gravidanza e parto sollecitano intensamente l’area perineale. La riabilitazione del pavimento pelvico serve a preparare il perineo al parto (con riduzione di lacerazioni) attraverso ginnastica, respirazione e rilassamento, allenamento con palloncino per lo “stretching”, e dopo il parto a riprendere tono.

Disfunzioni sessuali

Provare dolore durante i rapporti sessuali non è normale: chiedere una consulenza può fornire preziose informazioni e risolvere il problema.

Prolasso uterino e dolori pelvici

Il dolore pelvico, anche quello connesso al prolasso uterino (abbassamento dell’utero) è una sindrome complessa e spesso invalidante. La riabilitazione del pavimento pelvico può migliorare notevolmente la qualità della vita delle donne che ne sono colpite, in modo cronico o in relazione a postumi (ad esempio di operazioni chirurgiche).

I servizi

  • Valutazione funzionale del pavimento pelvico
  • Presa di coscienza della zona perineale
  • Massaggio perineale con trattamento delle cicatrici
  • Riabilitazione (esercizi motori)
  • Biofeedback (analisi con sonda del risultato del lavoro muscolare)
  • Elettrostimolazione del pavimento pelvico (per rilassamento e allenamento passivo del muscolo)
  • Preparazione del perineo al parto (per ridurre i tempi ed eventuali lacerazioni ) attraverso ginnastica, respirazione e rilassamento, massaggio al perineo, e utilizzo del dispositivo “Epi-No” (palloncino per streching perineale) consulenza per diversi tipi di pessario

Personale medico dell'ambulatorio di Ginecologia e Ostetricia

Ginecologo Dott.ssa Favaro

Tempi di attesa per la visita ginecologica

In media i tempi di attesa per le visite specialistiche con supporto ecografico sono: 7 gg

Suggerimenti

  • Portare esami precedenti, ed eventuali terapie farmacologiche in essere
  • Presentarsi almeno 15 minuti prima in segreteria per l’accettazione
  • Le minori di 16 anni devono essere accompagnate da almeno un genitore munito di documento d’identità. Se accompagnata da altra persona, quest’ultima deve essere munita di delega da parte di entrambi i genitori