Oculistica

Topografia corneale computerizzata

La Topografia Corneale è un esame non invasivo che fornisce tramite l’ausilio di un computer una rappresentazione grafica della curvatura della cornea, una specie di mappa altimetrica.

Una serie di anelli illuminati, disco di placido, vengono proiettati sulla superficie del segmento più anteriore dell’ occhio, la cornea, la loro immagine viene acquisita da una telecamera ad alta risoluzione e l’ immagine elaborata da un com- piute fornisce la mappa.
La mappa viene poi sottoposta a elaborazione matematica e le varie analisi rivelano ogni distorsio- ne della cornea come pure la curvatura. Eseguire una Topografia Corneale è come eseguire una normale una fotografia senza neppure il fastidio della luce del flash. L’operazione non è assolutamente pericolosa, non provoca dolore né fastidi particolari.

Il computer elabora poi i dati trasformandoli in una mappa colorata. Colori “caldi” come rosso ed arancione indicano zone di maggior curvatura, mentre colori “freddi” come il blu rappresentano zone di minor curvatura.

Attualmente la topografia corneale rappresenta esame diagnostico insostituibile per lo studio (diagnosi, follow-up, iter pre e post operatorio) di numerose patologie corneali, in chirurgia refrattiva, in contattologia nei casi di astigmatismi elevati o warpage da lenti a contatto, nel cheratocono ed in tutti i casi di irregolarità di superficie. A tali indicazioni di recente si è aggiunto il Cross-Linking Corneale per i cheratocono che si basa in buona parte sui risultati topografici per la selezione dei casi trattabili.